Sent. n.29 26/4/2007 Comm. trib. reg. di Bari, Sez. I

Sent. n. 29 del 26 aprile 2007 (ud. del 12 aprile 2007)della Comm. trib. reg. di Bari, Sez. I

Massima – Gli studi di settore sono applicabili soltanto in presenza di gravi incongruenze fra i ricavi dichiarati e quelli desumibili dagli studi che rendano del tutto non credibile il risultato della dichiarazione dei redditi e di altre presunzioni dotate dei requisiti di gravità, precisione e concordanza, essendo insufficiente il mero scostamento fra i due dati.

Peraltro incombe sull’Amministrazione finanziaria, in ossequio ai principi di trasparenza, imparzialità, buon andamento, leale collaborazione ed affidamento, di instaurare il contraddittorio con il contribuente qualora i dati od elementi raccolti non siano sufficienti per trarre conclusioni motivate e ponderate.

Img Credit mr_t_in_dc