Sent. n. 15 27/3/2007 Comm. trib. reg. di Torino, Sez. XXVIII

Sent. n. 15 del 27 marzo 2007 (ud. del 19 marzo 2007)della Comm. trib. reg. di Torino, Sez. XXVIII

Massima – È nullo l’avviso di accertamento emesso a seguito dello scostamento dei ricavi da quelli risultanti dall’applicazione dei parametri da studio di settore, quando esso non fornisce adeguata motivazione della pretesa tributaria.

Gli studi di settore, infatti, proprio in quanto presunzioni relative,postulano per la loro applicazione la conoscenza del fatto noto da cui debbono derivare, ma deve altresì sussistere la loro analitica spiegazione,in modo che il contribuente possa capire l’ambito della pretesa tributaria e fornire così l’eventuale prova contraria.

La mera applicazione dello studio di settore non è quindi sufficiente a realizzare l’accertamento di un rapporto giuridico tributario, occorrendo invece da parte dell’Amministrazione finanziaria la prova dell’esistenza di circostanze idonee, gravi e afferenti, tali da ritenere accertata l’inattendibilità delle scritture contabili e la rideterminazione quantitativa del reddito fatta dal contribuente.

Img Credit mr_t_in_dc