Sent. n. 106 29/8/2005 Comm. Trib. Prov. di Gorizia, sez. II

Sent. n. 106 del 29 Agosto 2005 della Comm. Trib. Prov. di Gorizia, sez. II

Massima – In tema di accertamento delle imposte sui redditi gli studi di settore, nell’ambito di un accertamento induttivo, hanno valenza di presunzione suscettibile di prova contraria e destinata peraltro a conformarsi a criteri di ragionevolezze in rapporto al caso concreto. Pertanto, qualora, il contribuente sia in grado di apportare dettagliate e ben documentate confutazioni logiche alle conclusioni cui giunge lo studio di settore, l’avviso di accertamento basato sul predetto studio va annullato.

Img Credit mr_t_in_dc