Cassazione n. 11213 del 20 maggio 2011 (ud. del 21 dicembre 2010)

L’accertamento sintetico fondato sul c.d. “redditometro” è basato sulla disponibilità dei beni costituenti “fatti indice”, per cui non ha alcun rilievo la proprietà del bene. Il contribuente “accertato” può dimostrare che il bene è nella disponibilità di altri, adducendo che sono questi a sostenere le spese, ma occorre che le spese siano effettivamente sostenute dal terzo.

Foto Credit: EvelynGiggles